Radio e sfide editoriali, nasce un network a Palermo

Le sfide editoriali possono basarsi su dati di mercato, istinto e, perché no, anche amore. A Palermo è nato un nuovo network di radio. Tre realtà diverse accomunate da un unico progetto.  Un progetto, i cui contenuti, sono stati lanciati attraverso una campagna di informazione che si è mossa principalmente sul web. Parliamo di  Teaser media group e della sua volontà di mettere insieme tre radio, differenti per storia e vocazione. Mantenendo le singole “personalità” punta a creare un percorso virtuoso di interazione sia sul piano editoriale che pubblicitario.
Una visione che fatta passione e voglia di fare. Una delle menti che sta dietro a questo progetto è Beppe Palmigiano, speaker ed editore, con decenni di esperienza alle spalle anche a livello nazionale. Il tutto in un ambito, che almeno nell’ultimo periodo, si distingue dal trend che accomuna i media tradizionali. A partire dagli investimenti pubblicitari che non diminuiscono nonostante crisi e varietà di opzioni per le aziende.

Gli investimenti pubblicitari in radio

Per dare un’idea, basta andare a spulciare i dati elaborati da Nielsen e pubblicati da PrimaComunicazione.
Sul fronte del mercato degli investimenti pubblicitari in Italia la Tv cala a maggio del 4,8% e chiude i primi 5 mesi del 2018 a -1%. Continua il trend negativo per i quotidiani, che a maggio perdono il -8,3%, consolidando il periodo cumulato gennaio-maggio a -7,9%. Stesso andamento per i periodici, sia nel singolo mese che per i primi cinque mesi del 2018, con cali rispettivamente del -6,3% e -8,6%. Andando, invece, alla radio, seppure maggio abbia segnato un calo del 2,5%, l’andamento del periodo cumulato rimane positivo, a +6,8%. In questo contesto si inserisce il rilancio anche delle radio locali. E anche qui, è bene ricordare, che a pagare sono i contenuti specialmente se legati al glocal.

Il rilancio radio a Palermo di Teaser Media Group

Teaser Media Group unisce in un unico gruppo editoriale tre radio di Palermo: Radio Action (di cui era già editore), Radio One e Radio Show. Il progetto creativo e artistico è curato da Consulenza Radiofonica.
E proprio sul sito di Consulenza radiofonica è presente un post di approfondimento che descrive il futuro e il presente di queste emittenti.

  • Radio Action: è una radio parlata. Si affaccia in maniera diversa sul mercato a differenza delle radio di flusso presenti in Italia. Avrà la sua informazione, i suoi speaker. Format radiofonici Adult Contemporary.
  • Radio One: trasmetterà musica che va dagli anni 90 ad oggi alternando un pezzo nuovo e uno vecchio con un mood musicale dai bpm decisi.
  • Radio Show: ci saranno tre decenni di riferimento: 70/80 e 90 rendendola una radio dal sapore old.

A Beppe, Consulenza radiofonica e tutto lo staff delle radio un in bocca al lupo da Redat24!

Beppe Palmigiano
Please follow and like us:

Giovanni Villino

Giornalista professionista. Appassionato di new media e sostenitore del citizen journalism. Lavoro per Tgs, emittente televisiva regionale del gruppo editoriale Giornale di Sicilia. Dirigo Redat24.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *