Giovanni Villino, giornalista professionista

Giovanni Villino, giornalista professionista

Giovanni Villino nasce a Palermo nell’estate del 1978.  Giornalista professionista, è appassionato di new media e sostenitore del citizen journalism. Inizia l’attività giornalistica nel 2001. Ha ricoperto la carica di consigliere dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia e tesoriere dell’Assostampa – Fnsi, sezione di Palermo.

Oggi Giovanni Villino lavora per Tgs, l’emittente televisiva regionale che fa capo al gruppo editoriale del Giornale di Sicilia. Si occupa prevalentemente di politica, di terzo settore, di temi legati alla mobilità e ai new media. E’ tra i coordinatori e conduttori, sulle frequenze di Rgs, della rubrica quotidiana di approfondimento “Ditelo in diretta“. Su Tgs, oltre ai telegiornali, conduce il format di approfondimento Cronache siciliane e la trasmissione Tgs Studio Stadio.

Collabora con il giornale on line con SiciliaWeekend, il settimanale dedicato al turismo in Sicilia: cibo, natura, cultura.
In passato si è occupato anche del coordinamento di uffici stampa e della pianificazione sui social di campagne istituzionali e/o politiche. Ha curato la comunicazione per gruppi parlamentari, esponenti politici, istituzioni e associazioni, enti pubblici e privati.
Giovanni Villino è autore e conduttore della trasmissione televisiva Simboli, in onda su Tgs.

Ha lavorato anche per Publikompass e 20tre.comI Love SiciliaIl PalermoCronache di GustoBalarm, TvSvizzera. Ma ha anche coordinato la redazione di SiciliaInformazioni.com e Italiainformazioni.it. In passato ha curato la fase di start up della prima webtv regionale di informazione, Meditv.eu. Per Area Comunicazione, una srl fondata insieme ad alcuni colleghi, si è occupato di uffici stampa e servizi editoriali rivolti ad enti, imprese e privati.

Per info o uffici stampa puoi contattarlo qui:

Le pubblicazioni di Giovanni Villino

AMORI, BELLEZZE E DENARI
Taccuino di un giornalista flessibile

“Amori, bellezze e denari” è un libro-taccuino che raccoglie episodi realmente accaduti, fatti di cronaca e riflessioni. Attraverso aneddoti e narrazioni “familiari”, il lettore viene accompagnato da un giornalista alla scoperta di nuove forme di vita nell’era del precariato. Un modo per esorcizzare, anche in modo ironico, l’ormai assillante “crisi economica”. Al centro di tutta la narrazione c’è la Sicilia, fonte di ispirazione ed eterna rivelazione di verità perdute.

Il volume è in vendita su Amazon