Editoria, fondi alle imprese femminili: ecco il bando

Editoria, fondi alle imprese femminili: pubblicato il bando, Un contributo fino ad un massimo di euro 200 mila euro. E’ quanto prevede il Dipartimento per l’informazione e l’editoria pubblica il bando per la realizzazione di progetti editoriali finalizzati ad incentivare l’occupabilità e autoimprenditorialità delle donne, a rimuovere stili di comportamento discriminatori e lesivi dell’identità femminile nonché a promuovere la parità di genere.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando le imprese editoriali, identificate con i codici ATECO 2007 58.13 e 58.14, che abbiano almeno una figura femminile assunta alle proprie dipendenze e un fatturato medio annuo, nell’ultimo triennio, non superiore a 250.000 euro, nonché le associazioni di promozione sociale, le organizzazioni di volontariato, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale e gli enti del terzo settore.

Come presentare la domanda

Le domande, corredate da tutta la documentazione richiesta, devono essere presentate entro il termine di scadenza del 30 settembre 2022 all’indirizzo di posta elettronica archivio.die@mailbox.governo.it. I documenti devono essere prodotti, a pena di esclusione, in conformità alla modulistica pubblicata nella relativa sezione.

I fondi

Le risorse economiche destinate al finanziamento sono assegnate a valere sul Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione ed ammontano complessivamente ad euro 500.000. Ai primi due progetti risultati vincitori in graduatoria sarà attribuito un contributo fino ad un massimo di euro 200.000 ciascuno, a fronte delle spese sostenute e debitamente documentate per la realizzazione del progetto; la somma residua sarà attribuita al progetto collocatosi nella posizione migliore dopo quelli finanziati.

Editoria, fondi alle imprese femminili: ecco il bando 

Gli altri bandi

Foto di Pexels da Pixabay

Shares