fbpx

Giornalisti. Provvedimento storico della Procura su una decisione del Cdt

IN AGGIORNAMENTO

La vicenda è stata resa pubblica dal sindacato dei giornalisti. Si parla di sfruttamento, di abusivi e di controllo e responsabilità da parte della direzione. Un episodio che riguarda il Giornale di Sicilia e che è finito al centro delle polemiche per un’archiviazione stabilita dal Cdt, il consiglio di disciplina territoriale. Una vicenda abbastanza importante. In un articolo pubblicato nei giorni scorsi e inviato agli iscritti tramite newsletter, è stato reso noto che il 13 dicembre 2019 è stata notificata in Procura, a Palermo, “la delibera del Consiglio di disciplina che ha assolto il direttore responsabile di un quotidiano e dell’emittente ad esso collegata accusato di avere impiegato per anni, abusivamente, soggetti privi di titolo (non giornalisti) per un numero spropositato di articoli, pagati da 1 a 4 euro”.

Qui l’articolo con tutte le cifre e i particolari del procedimento.

Il Provvedimento storico della Procura Generale di Palermo

La vicenda ha un seguito che è destinato ad avere effetti. Ad informare è sempre l’Assostampa Sicilia che scrive: il sostituto procuratore generale presso la Corte di appello di Palermo, Maria Teresa Maligno, ha ritenuto che le argomentazioni con le quali il Cdt ha archiviato il procedimento disciplinare non sono condivisibili e che vadano invece applicate le norme secondo cui “gli iscritti all’Ordine che rivestano a qualunque titolo ruoli di coordinamento del lavoro sono tenuti a non impiegare quei colleghi le cui condizioni lavorative appaiono inadeguate e a vigilare affinché non si verifichino situazioni di incompatibilità”.

Qui l’articolo completo.

La memoria presentata da Assostampa Sicilia

Assostampa Sicilia ha prontamente segnalato la gravità del caso in Procura, consegnando una memoria con cui si è chiesta l’impugnazione della sentenza del Cdt, rappresentando la rilevanza del procedimento nonché l’opportunità e l’urgenza dell’intervento.  “Il provvedimento di impugnazione che ha accolto le istanze di Assostampa Sicilia – si legge nel sito del sindacato – rappresenta un precedente storico per le situazioni di sfruttamento, abusivismo, precariato e incompatibilità nelle redazioni giornalistiche, stigmatizzate dalla Carta di Firenze”. 

Sul sito dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, nella sezione in cui sono presenti le delibere, non è stata ancora pubblicata quella relativa all’archiviazione del procedimento.

Foto di Karolina Grabowska da Pixabay

Please follow and like us:
error
Shares