Palermo al tempo dei giornali di Giuseppe Palmeri

Mezzo secolo di storia della carta stampata a Palermo raccontato con documenti storici, inchieste e protagonisti del giornalismo. Domani, martedì 3 dicembrealle 18, al Punto Flaccovio (via Federico Garcia Lorca, 5), Giuseppe Palmeri presenta il suo nuovo libro “Palermo al tempo dei giornali” (Dario Flaccovio Editore).

Giuseppe Palmeri

Il libro è una ricerca di carattere storico, in cui si analizzano i settimanali di opinione, di varie tendenze ideologiche, che uscirono a Palermo dopo la fine dell’ultima guerra. Le riproduzioni delle originarie testate, allegate al testo, oltre ad offrire la documentazione del momento giornalistico di ciascuno di essi, nei suoi contenuti, possono suscitare emozione in coloro che quei giornali hanno avuto nella loro giovinezza come oggetti di lettura e ricordano i grandi cambiamenti fatti dall’arte della stampa dai tempi del piombo, dei cliché e dell’inchiostro, fino ad essere indotti alla descrizione di “una tipografia di provincia”, fatta da Balzac nelle sue illusions perdues. Il viaggio di Palmeri nella carta stampata arriva fino ai giorni nostri, richiamando momenti ormai individuabili attraverso note parole chiave: dall’impallidire degli ideali fascisti alla prospettiva profondamente riformista dell’ideologia rivoluzionaria e socialcomunista alla scelta cristiano-liberale ed occidentalizzante, fino all’espandersi dal Nord della contestazione giovanile, all’assunzione d’una scelta operosa dichiaratamente anti mafia, all’emergere del dissenso cattolico.

Le centinaia di nomi di giornalisti e collaboratori citati in ogni capitolo inducono a ritrovare volti successivamente affermatisi nel mondo d’un giornalismo di più vasti orizzonti ovvero come scrittori o addirittura entrati nel contesto politico della storia fluente nei decenni.

Dialogano con l’autore il giornalista Roberto Leone e Pasquale Hamel, scrittore e saggista.

Please follow and like us:
error