L’arrivederci di Luigi Perollo con un video su Facebook

L’ex direttore responsabile di Trm, Luigi Perollo, affida oggi a Facebook un messaggio di arrivederci. Lo fa con un video. Sono poco più di cinque minuti in cui vengono passate in rassegna foto ma in cui vengono anche citati colleghi, giornalisti e tecnici… Un flusso ininterrotto che racconta i 23 anni di carriera all’interno dell’emittente televisiva Trm. Quest’anno, nel mese di marzo, Perollo si è dimesso dall’incarico fiduciario di direttore responsabile. Al suo posto c’è adesso Alessandro Amato.

Il video parte con Luigi Perollo che saluta. Alle sue spalle il logo di Trm.

“Salve a tutti – afferma l’ex direttore di Trm -. Voglio raccontarvi una storia lunga 23 anni e lo faccio facendo parlare le immagini. Questo è il mio mestiere”. Queste le parole con cui viene lanciato un filmato che mostra diverse foto. Di seguito alcuni passaggi.

“A Trm ho lavorato e probabilmente ho abitato per 23 anni […] Sono stato per 7 anni il caporedattore e poi per 5 anni il direttore responsabile. Da direttore ho potuto fare quello che ogni direttore sogna: far crescere una squadra di giovani pieni di talento, realizzare produzioni originali, investire sulla qualità e sulla puntualità. Avere accanto colleghi che sono dei riferimenti costanti. E Luca Salerno, Federica Di Gloria e Luca Tutone per me lo sono stati. […] In 23 anni a Trm ho sempre avuto accanto il mio ordine professionale, l’Ordine dei giornalisti di Sicilia, il sindacato dei giornalisti, i colleghi dell’ Unione Cattolica Stampa Italiana…”.

Emblematiche le battute finali del discorso:

“Nel marzo scorso – racconta Luigi Perollo nel video – ho rimesso l’incarico fiduciario di direttore responsabile perché non ho condiviso, nel merito e nei modi, le recenti scelte della proprietà. Per me la coerenza è un valore irrinunciabile. Ma pochi mesi non valgono 23 anni fantastici. Se vorrete leggere i Tag vedrete a quante persone va il mio grazie. Insomma una lunga avventura. Al nuovo direttore Alessandro Amato, a cui ricordo che in certi momenti ci vuole veramente un fisico bestiale, gli auguri di buon lavoro. Ai colleghi che compongono la nuova redazione l’augurio di non perdere mai la passione che li anima. E adesso proseguiremo facendo altro, non c’è la sigla, non c’è la sigla di coda. Però c’è il mio arrivederci”.

Please follow and like us:
error

Giovanni Villino

Giornalista professionista. Appassionato di new media e sostenitore del citizen journalism. Lavoro per Tgs, emittente televisiva regionale del gruppo editoriale Giornale di Sicilia. Sono il direttore responsabile di Redat24.com