Ditelo in diretta, il format giornalistico di Rgs

Una media di oltre trecento segnalazioni al mese. Centinaia di foto, video e messaggi audio vengono inviati ogni settimana alla redazione di Ditelo in Diretta attraverso WhatsApp (335.8783600), Facebook e mail (ditelo@gds.it). Un filo diretto che lega i siciliani al gruppo editoriale del Giornale di Sicilia. Tutto questo in un programma: “Ditelo in diretta”.

In onda, dalle 7 del mattino sino alle 9, sulle frequenze di Rgs e in streaming sul sito www.rgs.fm. Conduttori i giornalisti Salvatore Fazio, Aurora Fiorenza e Giovanni Villino.

Ad oggi migliaia di persone hanno contattato la redazione di Telegiornale di Sicilia. Un rapporto stretto che si è creato negli anni tra cittadini e cronisti. Ed è a quest’ultimi che spetta il compito di verificare, approfondire e dare risposte. La segnalazione non rimane, infatti, relegata al format radiofonico. Ditelo in diretta è il punto di partenza di una informazione che guarda in alto. Tutto questo prende poi forma, grazie al lavoro della redazione, negli approfondimenti e nei reportage. In campo c’è l’emittente televisiva Tgs, il quotidiano cartaceo e il sito web. Quattro strumenti a disposizione di coloro che vogliono far sentire la propria voce e che, soprattutto, non riescono a trovare risposte.

Fake news e citizen journalism

Nell’era in cui domina il tema delle fake news, il lavoro di Ditelo in diretta costituisce un modello virtuoso di quel famigerato “citizen journalism”. Un “giornalismo dal basso” che viene lavorato da professionisti dell’informazione che hanno il compito di verificare e trovare risposte.

La voce dei cittadini che trova comunque spazio, ogni giorno, sul Giornale di Sicilia. È presente una rubrica: “Voci dalla città”. Qui si raccolgono tutte le segnalazioni sui disagi riscontrati nel territorio. Le foto sono le stesse che i lettori inviano attraverso i tre principali canali: messaggio di testo, ma anche audio e video attraverso WhatsApp al numero 335.8783600, la pagina Facebook del Giornale di Sicilia e di Ditelo in diretta, attraverso post e messaggi privati, e, infine, lo strumento della posta elettronica all’indirizzo ditelo@gds.it.

Please follow and like us:
error