Gerenza

Redat24
Blog di giornalismo, editoria e new media
diretto da Giovanni Villino

Avere uno spazio virtuale indicizzato, al di fuori dei circuiti social, può essere una garanzia di libertà e indipendenza. Lontano da logiche complesse di censura o di limitazioni.
I social network, cui viene data la responsabilità di avere ammazzato i blog, non riescono a mantenere una memoria viva. Pensiamo, ad esempio, ad una ricerca chiara e immediata dei contenuti su facebook. Provate a ritrovare oggi qualcosa di particolare che avete pubblicato nei mesi scorsi… Post o condivisioni, fatte sui profili privati, rischiano di rimanere relegati ad un determinato “giro di amici” e diffusi solo in un determinato arco temporale. Il tutto assorbito, comunque e sempre, da quel continuo e misterico aggiornamento del newsfeed.
Il blog è il luogo perfetto per conservare la conoscenza. Ai social network resta comunque il merito di rilanciare e diffondere quella stessa conoscenza con un’efficacia maggiore.
Perché Redat24?
Redat”, accompagnato da un numero, è stato per anni da me utilizzato come nome utente per l’accesso al  vecchio sistema di impaginazione del Giornale di Sicilia.  Ho, quindi, voluto dare continuità a questa pratica quotidiana (quella del login). Al Redat ho aggiunto un numero a me caro: 24, il giorno in cui sono nato e che esprime al meglio la continuità di una giornata.

 

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può considerarsi un prodotto editoriale né è contraddistinto da una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.