Quotidiani siciliani, i dati Ads. Le vendite a dicembre 2018

I quotidiani siciliani si lasciano alle spalle un anno particolare. Ads (la società che certifica e divulga i dati relativi alla tiratura e alla diffusione e distribuzione della stampa quotidiana e periodica pubblicata in Italia) ha diffuso il nuovo report. Abbiamo preso in considerazione il valore totale vendita per le testate che abbiamo scelto di tenere in considerazione: Gazzetta del Sud, Giornale di Sicilia e La Sicilia.

Il punto sull’editoria in Italia

Sul blog Inpgi Notizie è stata data notizia dell’indagine sull’editoria 2018 pubblicata daR&S Mediobanca. Il dato preoccupante – ma fisiologico – evidenzia che l’ingente calo delle vendite in atto nel mondo dell’editoria si riflette sull’occupazione. “Tra il 2013 e il 2017 la forza lavoro è diminuita di 3.301 unità, -21% sul 2013 e -8% sul 2016, attestandosi a 11.886 unità a fine 2017”, si legge nell’indagine. Nel 2017 il calo del giro d’affari dei gruppi editoriali in Italia non si riscontra in Francia (+7% sul 2016), Germania (+2%) e Regno Unito (+1%). A livello europeo si allarga il divario tra le testate d’informazione e quelle economiche, con quest’ultime che registrano un incremento dei ricavi (+3% rispetto al -0,5% delle prime).

In Sicilia…

Difficile tracciare un quadro della situazione nell’Isola. Non ci sono, al momento, report o studi di settore. Parliamo di una realtà molto frammentata tra carta stampata, emittenti televisive e radiofoniche, così come testate on line che spesso non riescono a sopravvivere a lungo. L’editoria in Sicilia vede sviluppi e velocità assai diverse. E così se da una parte c’è chi arranca nel presente con un continuo contenimento dei costi e razionalizzazione delle risorse, dall’altra parte c’è chi sfrutta il lavoro – giornalistico e non – per confezionare prodotti editoriali “arraffazzonati”. E c’è pure chi cerca di rimanere aggrappato ad aiuti e finanziamenti pubblici schiacciato tra l’incudine degli adempimenti e il martello di un mancato riscontro in termini pubblicitari e di pubblico.

Sarebbe comunque auspicabile che Ordine dei giornalisti e Assostampa istituissero un gruppo di lavoro che produca un documento in grado di fotografare lo stato attuale di un settore che sfugge ad ogni controllo e monitoraggio. E che di fatto non permette di fare ragionamenti di prospettiva e sviluppo.

I dati di vendita a dicembre 2018

Andiamo adesso ad esaminare i dati. In particolare analizziamo il report pubblicato da Ads (totale vendita), precisando che i dati Ads che andremo a illustrare indicano la media giornaliera del “totale vendita”. A dicembre la Gazzetta del Sud segna 16.961 copie vendute (-53 rispetto a novembre).

Il Giornale di Sicilia resta stabile sulle dodicimila copie vendute. Nello specifico 12.350 copie, facendo registrare una lieve crescita (+50 copie rispetto a novembre).

La Sicilia va a 16.047 (-88 copie rispetto a novembre). Il quotidiano catanese ha dimostrato una buona tenuta nel corso del 2018. Un anno di cambiamenti, anche significativi.

Uno spunto di riflessione


Riprendendo tra le mani l’indagine sull’editoria 2018 pubblicata da R&S Mediobanca, un dato che salta all’occhio è che, nonostante la crescita del digitale, il 90% del giro d’affari mondiale provenga ancora dalla carta stampata. Questo significa che a livello globale investimenti pubblicitari e vendite si concentrano ancora sui canali tradizionali.

C’è però anche un altro aspetto: i dati confermano anche il cambiamento in atto del business model dei grandi gruppi editoriali internazionali. I proventi da diffusione hanno ormai superato quelli pubblicitari.

Gli ultimi anni hanno dimostrato come i ricavi pubblicitari, minacciati dalle BigWeb companies, producano margini di guadagno esigui per gli editori.

Conseguenza di tutto questo: guardare a nuove sfide per diversificare i flussi di entrata.

Appuntantevi questi due concetti. Ci torneremo presto. Molto presto.

  • Qualità del prodotto vs la proliferazione di fake news
  • Utilizzo dei big data per offrire ai lettori un’esperienza sempre più personalizzata.
Please follow and like us:

Giovanni Villino

Giornalista professionista. Appassionato di new media e sostenitore del citizen journalism. Lavoro per Tgs, emittente televisiva regionale del gruppo editoriale Giornale di Sicilia. Dirigo Redat24.com