Header Ads

Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud, Romano: ecco cosa cambia


"Nessuna fusione per quanto riguarda le testate che continueranno a rimanere distinte" e si andrà anche verso un potenziamento del gruppo. Lo ha detto il vicedirettore responsabile del Giornale di Sicilia, Marco Romano, oggi nel corso del notiziario di Tgs delle 13.50, commentando la notizia dell'acquisizione del gruppo editoriale di via Lincoln da parte di Ses, società editrice della Gazzetta del Sud. "Nessuna fusione tra le testate - ha precisato Romano -: resteranno distinti i quotidiani, le emittenti radiofoniche, le emittenti televisive e i siti web. Essenzialmente con l'acquisizione della società si creano le basi per potere agire in maniera sinergica in quelle che sono le scelte amministrative e gestionali, distinte dalle scelte, ad esempio, dei contenuti". 
"Senza dubbio lo scambio sinergico sarà rafforzato - ha aggiunto il vicedirettore del Giornale di Sicilia -. Del resto il rapporto tra il nostro quotidiano e la Gazzetta del Sud ha già iniziato a creare sinergie importanti in campo pubblicitario. Da tre anni è unica la concessionaria Gds Media & Communication. Per quanto ci riguarda è un passaggio importante. Amiamo ricordare sempre lo slogan che accompagna questa nostra stagione: la nostra storia, la nuova storia. Oggi una storia ancora più nuova. E' un cambio che di nuovo crea pure delle prospettive: di potenziamento, di ampliamento, di stabilità in un settore, come quello editoriale, che è bene ricordare essere ancora in grande difficoltà. Il nostro non è il primo caso in Italia. Un esempio è quanto avvenuto tra La Stampa e L'Espresso. Le sinergie sono importanti anche per continuare a dare una informazione più dettagliata, diffusa in modo capillare e migliore. Tutto ciò è  una garanzia per proseguire questo lungo cammino".

Qui il servizio completo

Nessun commento

Edizione digitale a € 2,99

Comments system