Header Ads

E intanto Google finanzia (ancora) giornalisti ed editori


Si parla sempre di più di fact checking, intelligenza artificiale e approcci alla realtà aumentata. Il giornalismo in Italia comincia ad aprirsi a nuovi orizzonti e viene, in qualche modo, premiato. Da Radio Radicale, passando per Focus sino ad arrivare al Corriere, ecco alcuni dei gruppi che hanno ricevuto un finanziamento nell'ambito del terzo round della Digital News Initiative (DNI) di Google. La partnership è stata avviata due anni fa con diversi editori europei per sostenere il giornalismo di alta qualità attraverso la tecnologia e l'innovazione. 
Sono 107 i progetti in 27 Paesi. Sono stati stanziati quasi 22 milioni di euro (€ 21.968.154). Per questo terzo round, sono 988 i progetti che sono stati presentati da 27 Paesi e, ad oggi, dei 107 progetti finanziati, 49 sono prototipi (progetti ancora agli inizi che hanno bisogno di finanziamenti fino a 50.000 euro), 31 sono progetti di medie dimensioni (che necessitano finanziamenti fino a 300.000 euro) e 27 sono progetti di grandi dimensioni (che richiedono fino a un milione di euro di finanziamenti). 
Crescono gli esperimenti di fact checking (+ 29% rispetto ai round precedenti). In aumento anche i progetti che includono l'intelligenza artificiale (+23%), giornalismo investigativo (+20%) e approcci immersivi tramite la realtà virtuale e quella aumentata (+20%).  Non solo, anche in questo round la collaborazione è stato un elemento comune a molti dei progetti finanziati, il 47% dei progetti selezionati per essere finanziati prevede collaborazione tra più organizzazioni e realtà editoriali

Ecco i progetti italiani finanziati in questo round: 

  • Corriere Predictive News; 
  • Il Secolo XIX - GEDI Gruppo Editoriale; 
  • GEDI, Divisione digitale; 
  • Focus (Mondadori Scienza - Gruppo Mondadori); 
  • Ced Digital & Servizi (Caltagirone Editore); 
  • Radio Radicale, Centro di Produzione; 
  • OnData.

Nessun commento

Edizione digitale a € 2,99

Comments system