Header Ads

Formazione professionale, in Sicilia inadempiente un giornalista su 5


Nel triennio che si è appena concluso, in Sicilia "un giornalista su cinque non ha conseguito alcun credito formativo". Il dato è emerso oggi nel corso dell'assemblea generale dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia. Il presidente del consiglio di disciplina territoriale, Giuseppe Vecchio, ha parlato di "emergenza" facendo riferimento ai provvedimenti da avviare nei confronti dei colleghi inadempienti all'obbligo formativo. Domani scade formalmente il termine entro il quale devono essere conseguiti i sessanta crediti del primo triennio, 2014-2016, venti dei quali deontologici.
"Su 5.174 iscritti in Sicilia - ha detto Vecchio - 2.282 risultano in  regola. Ben 1050 colleghi non hanno conseguito alcun credito formativo, pari a poco meno del venti per cento. Degli altri: 488 hanno conseguito da 3 a venti crediti; 516 da 21 a 40 crediti; 459 da 41 a 59 crediti. Sono 461 quelli che hanno superato i sessanta crediti complessivi ma si trovano in debito perché hanno conseguito meno di venti crediti deontologici. Non pensavamo di doverci confrontare con una folla di colleghi così numerosa".
Il presidente del Cdt ha sottolineato che con le regole e le procedure "che abbiamo non sarà facile affrontare questa che si presenta come una vera e propria emergenza. Dal primo aprile consiglio dell'Ordine e consiglio di disciplina, ciascuno per la propria parte, dovremo attivarci per rilevare le inadempienze e, quindi, perseguire ed, eventualmente, sanzionare i colleghi inadempienti".

Nessun commento

Edizione digitale a € 2,99

Comments system