Header Ads

Ufficio stampa della Regione, parte II Adesso ci prova anche l'Ars

Un ufficio stampa alla Regione pare che serva. E pure tanto. Adesso ci prova anche l'Ars, l'Assemblea regionale siciliana. C'è un emendamento alla Finanziaria - approvato in commissione Affari istituzionali. Si punta a rimettere in piedi l'ufficio stampa per Palazzo d'Orleans. Ne ha appena scritto Giacinto Pipitone sul sito del Giornale di Sicilia (qui l'articolo). Saranno venti i giornalisti che potranno lavorare all'interno dell'amministrazione regionale. Ma, a differenza del passato e di quanto previsto in una prima fase dalla Regione (vedi post precedente), è previsto il concorso. Andando nello specifico dell'emendamento firmato da Nello Musumeci e da Mimmo Turano, potranno partecipare i giornalisti iscritti all’albo da almeno 10 anni. C'è una riserva del 50 per cento per quanti «alla data di entrata in vigore della legge abbiano maturato almeno 5 anni di servizio alle dipendenze dell’Ufficio stampa della presidenza della Regione».  Adesso si dovrà cercare la copertura finanziaria. Solo dopo la commissione Bilancio potrà dare il suo via libera. Quindi si sposterà tutto a Sala d'Ercole per il voto. 

1 commento:

  1. Mi auguro che non facciano la furbata del "vestito su misura". Per essere addetto stampa occorre: essere giornalista pubblicista. Tutti gli altri requisiti danno diritto ad un punteggio aggiuntivo che non può snaturare l'anzianità d'iscrizione come Giornalista Pubblicita... Ora spunteranno esperienze fantasiose e titoli che poco o nulla hanno a che fare con la qualifica di "Giornalista pubblicista" e di "Addetto stampa". Per esempio conoscere il cinese ed il russo o avere lavorato come "estetista" o "igienista dentale"!!!

    RispondiElimina

Edizione digitale a € 2,99

Comments system