Redat24: Giornale di Sicilia in sciopero, solidarietà di Odg e Fnsi

sabato 23 aprile 2016

Giornale di Sicilia in sciopero,
solidarietà di Odg e Fnsi

La sede dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia in via Bernini a Palermo
Domani e lunedì il Giornale di Sicilia non sarà in edicola. Il personale poligrafico ha indetto uno sciopero di due giorni. Ecco di seguito le note dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia e della segreteria provinciale dell'Assostampa.

ORDINE DEI GIORNALISTI DI SICILIA
"L'Ordine dei giornalisti di Sicilia esprime la più piena solidarietà ai lavoratori del Giornale di Sicilia, in sciopero a tutela del posto di lavoro, e forte preoccupazione per l'annuncio di venti esuberi tra i poligrafici, notizia seguita di pochi giorni a quella del licenziamento degli operatori della rotativa che fanno capo alla società Edistampa. Si tratta dell'ennesimo segnale in questo senso, che non può lasciare indifferente la nostra categoria". Si legge in una nota dell'Ordine dei Giornalisti. 
 "Da Catania a Messina a Palermo, - prosegue - le principali aziende editoriali dell'Isola hanno di fatto smantellato interi settori, colpendo in alcuni casi anche le redazioni. L'Ordine, in adempimento dei propri compiti istituzionali, continuerà a vigilare sui principi della lealtà e della buona fede e della cooperazione nei rapporti tra editori e giornalisti, oltre che sulla fiducia tra la stampa e i lettori, che non può prescindere dalla necessità di realizzare prodotti editoriali di qualità, intesa come rispetto degli standard minimi ed essenziali di professionalità". "L'Ordine - conclude - esprime il timore che la strada intrapresa sia senza ritorno, perché finora alla politica, a volte indiscriminata, dei tagli, non ha fatto seguito un serio rilancio degli stessi prodotti, anche attraverso nuovi investimenti".

SINDACATO DEI GIORNALISTI
La segreteria provinciale dell'Assostampa esprime preoccupazione per la vertenza al Giornale di Sicilia che oppone all'azienda il personale poligrafico, oggetto di un pesante progetto di ridimensionamento. La segreteria di Palermo, solidarizzando con i poligrafici in sciopero, auspica l'avvio di un dialogo che porti presto a una intesa per ottenere economie per l'azienda senza sacrificare i livelli occupazionali.

Nessun commento:

Posta un commento

Edizione digitale a € 2,99

Disqus Shortname

Comments system

});