Influencer e giornalismo, cosa sta cambiando…

Spostare le opinioni nel mutevole mare di Internet (ph. Roberto Villino)

Influenza, rilevanza, credibilità/reputazione, tempo e attenzione. Attraverso questi concetti è possibile raccontare cosa fa un influencer, ma soprattutto possiamo individuarlo e definirlo. Cambiano i tempi e anche l’informazione si muove utilizzando nuovi metodistrumenti.

Ma che rapporto c’è tra il mondo degli influencer e il giornalismo?

Di questo si parlerà a settembre nel corso di #digit15, la manifestazione dedicata al giornalismo digitale in programma a Prato. Qualche mese fa, è stata la figura dell’influencer in relazione all’informazione al centro del workshop-anteprima dell’edizione 2015 di Digit. A riportare la notizia Lsdi.it.
Per Daniele Chieffi, responsabile del mondo digitale di Eni, “ciò che muove le grandi masse è l’emozione, intesa come qualcosa che ci muove, ci interessa. È il motore di base che muove tutta la rete. Sulla rete ha qualità e quantità ciò che può essere condiviso. […] Non vale ciò che arricchisce il panorama culturale, ma ciò che diventa virale, viene condiviso“.
Si parte da una considerazione: “Il web ha dato il via ad una rivoluzione, perché ha diffuso un potere che prima era in mano ad una élite. Oggi tutti raccontiamo il nostro punto di vista e in qualche maniera siamo tutti ascoltati almeno nella nostra cerchia
Ma soltanto in pochi riescono a muovere, sull’onda anche di una certa emotività, le opinioni o affermare la reputazione. I tempi stanno cambiando, ma soprattuto c’è un cambiamento culturale in corso. Su molti temi tendiamo a traslare il mondo analogico in quello digitale. Ma siamo certi che il metodo sia corretto?
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *